Interstitial



Proprio quanto suggerisce il termine, gli Interstitial sono una passaggio pubblicitario inserito tra una pagina e l'altra di un sito Internet proprio come gli spot pubblicitari appaiono tra un programma e l'altro.

La loro durata è predefinita: si va da 5 a 30 secondi, a seconda del caso. Anche se garantiscono click rate ben più elevati di pop up e banner, vista la loro natura risultano essere molto ma molto invasivi e un abuso di tale sistema potrebbe provocarvi la fuga di tutti gli utenti che poco gradiscono tali meccanismi pubblicitari.

Nel caso degli Interstitial, il click rate non è però tutto (come del resto anche per altri veicoli): risulta essere altrettanto redditizio, ma di difficile rilevazione, il branding associato a tale forma pubblicitaria, comprovato dal fatto che molto degli Interstitial non sono cliccabili proprio per seguire questa politica di marchio.

Ma vediamo ora una serie di regole da applicare a questo nuovo formato pubblicitario.

Qui di seguito una serie di regole standard da seguire per evitare l'abuso o un errato utilizzo degli Interstitial.

Contesto: visto la loro invasività è utile inserire pubblicità attinente ai proprio contenuti; ne risulterà una pubblicità comunque invasiva ma più apprezzata.

Peso: Ricordandoci che molti utenti ancora navigano in modalità analogica addirittura inferiore a 56k, è consigliabile evitare eccessivi appesantimenti tramite inserimento di musica o eccessiva multimedialità.

Durata: Un pò come gli spot televisivi, la loro durata dovrebbe essere limitata in una forbice compresa tra 5 e 15 secondi, tempi eccessivamente superiori aumenteranno la probabilità di uscita anticipata dell'utente dal nostro sito.

Quantità: un passaggio a sessione è più che sufficiente per esporre il messaggio pubblicitario. Passaggi più frequenti saranno solo di distrurbo all'utente. Meglio agganciare l'Interstitial ad un controllo dei cookie, potendo quindi limitare la visualizzazione di tale messaggio.