Medicina: Presto oltre 30 organi biotech

Dopo la presentazione della vescica biotech, presto saranno almeno 30 gli organi artificiali pronti a pulsare e sostituire gli organi naturali.

Sfruttando le cellule staminali adulte, in moltissimi casi è stato possibile ricreare parti anche complete di cartilagine, uretra, vasi sanguigni e altri organi considerati semplici mentre per cuore, fegato e altri organi complessi sarà necessario attendere almeno altri 2 o 3 decenni di ricerca.

La ricerca biotech basata sulle staminali riscontra infatti enormi problemi e ostacoli in tutto il mondo ma nonostante i problemi, ha dimostrato la possibilità di offrire soluzioni a problemi piccoli e grandi e soprattutto ha aiutato a rendere meno problematici e invasivi diversi interventi di chirurgia, soprattutto riguardo la chirurgia ortopedica.

Il futuro è negli articoli medici basati sulle biotecnologie, che diversamente da quelli artificiali tradizionali, garantiscono maggiori possibilità di utilizzo e funzionamento.