Immobili e Edilizia: Costruzioni in Calo, tengono Case Vacanza

Il settore edile conferma quanto già emerso lo scorso anno, con un netto calo degli investimenti, che nel 2011 ha toccato quota -6.4%, mentre per il 2012, si attende un calo ulteriore del 3%.

Sono ormai 4 anni di crisi per le costruzioni, tanto che gli investimenti immobiliari in Italia sono tornati ai livelli del 1994.

Il crollo degli investimenti ha portato una contrazione anche della forza lavoro occupata, con un calo di quasi l'8%, 1150 aziende chiude

Intanto, si moltiplicano le iniziative per incentivare il settore, tra ristrutturazioni, efficienza energetica e piani casa.

Il problema è però strutturale e questa crisi accentua semplicemente i problemi del settore che in Italia, per troppo tempo, ha prodotto costruzioni ed edifici di mediocre qualità.

La domanda di immobili scende, soprattutto in ottica industriale e artigianale, mentre tiene il settore turistico che non conosce crisi, soprattutto l'area del Lago di Como, dove le costruzioni di case a Sondrio, Como e Aprica tengono piuttosto bene,

La necessità di far cassa e recuperare liquidità ha inoltre portato diversi fondi mobiliari a cedere immobili, privando cosi il settore di capitali da reinvestire.

Di recente, il Ministrero dela Difesa ha annunciato l'istituzione di un fondo immobiliare che si occuperò di cedere una parte degli immobili, 5 già quest'anno per un controvalore di circa 700 milioni di euro.

Circa 300 gli immobili che confluiranno nel fondo tra i quali caserme,arsenali e forti sparsi nel territorio italiano.