Arriva FieraCavalli a Verona 3-6 Novembre

IN SELLA, GIOCHI E VIAGGI NELLA NATURA

La 107ª Fieracavalli promuove il turismo a cavallo nel Salone del Turismo, della cultura e delle Tradizioni equestri e nel Villaggio delle Tradizioni. Percorsi didattici e dimostrazioni, concorsi ed esibizioni di animatori incoraggiano i bambini ad avvicinarsi a vari aspetti del mondo equestre nel Salone di Bambini & Cavalli e nel Salone dell’Asino.

L’universo equestre si dà appuntamento alla 107ªFieracavalli  in programma a Verona dal 3 al 6 novembre. La Fiera Internazionale dei cavalli, salone delle attrezzature e delle attività ippiche (www.fieracavalli.com ) propone tutto ciò che il mondo del cavallo può offrire ai suoi appassionati e grazie all’esperienza maturata da Veronafiere, in più di cento anni di attività, è considerata oggi uno tra i più importanti punti di riferimento del settore ippico a livello mondiale. Nell’edizione 2004, su un’area di 370.000 metri quadrati ha accolto 120.000 visitatori e ha registrato la presenza di 530 espositori da 24 Paesi, 2.400 cavalli di oltre 60 razze e circa 800 giornalisti accreditati.

La 107ª Fieracavalli consolida i rapporti di partnership con l’UNIRE (Unione Nazionale per l’Incremento delle Razze Equine), l’Aia (Associazione Italiana Allevatori) e  il Mipaf (Ministero per le Politiche Agricole e Forestali) per le mostre allevatoriali delle razze italiane; con la FISE ( Federazione Italiana Sport Equestri) per i concorsi ippici e con le associazioni di categoria ANICA (Associazione Nazionale Italiana Cavallo Arabo), Spagnoli….e Western.. per le rassegne morfologiche, allevatoriali e di performance.
In particolar modo, l’edizione 2005, grazie agli ampi spazi e alle numerose attività dedicate al mondo della ruralità e dei giovanissimi, sarà fattore d’attrattiva non solo per i nuclei familiari, ma anche per chi, sensibile al fascino della natura e al richiamo della tranquillità, ricerca tutto ciò che la frenesia della vita moderna non è più in grado di offrire.
E tutta la poesia, che la vicinanza con i cavalli suscita si esprime nel Galà d’Oro, spettacolo equestre che rende le serate di Fieracavalli veri e propri momenti d’autore.

Tradizioni, itinerari verdi e autentici sapori.
Divertimento, senso di evasione e libertà, avventura, benessere e relax. Valorizzazione del patrimonio storico-culturale, delle tradizioni, dell’enogastronomia locale. Tutto questo è ippoturismo e sta già assumendo le caratteristiche di un fenomeno di massa. Una forma di turismo rurale, scelto, in Europa, da 6milioni di persone, soprattutto famiglie e giovani tra i 14 e 19 anni,  che permette la completa immersione nei colori e nel silenzio della natura.
Nel  Salone del Turismo, della cultura e delle Tradizioni equestri si possono scoprire i vantaggi e i benefici di questo nuovo modo di fare vacanza. Un modo che consente lo sviluppo sostenibile del territorio e di ogni forma rurale; insegna il rispetto e la tutela dell’ambiente e  riscopre i valori umani della civiltà contadina. Nel ripercorrere gli antichi sentieri, compagno di viaggio diventa il cavallo. Da cinquemila anni presente nella storia dell’uomo,un tempo come indispensabile  supporto nel lavoro quotidiano e nelle attività belliche, oggi fonte  di svago e disciplina sportiva.
Durante i giorni e le Notti di Fieracavalli verranno riproposti costumi, autenticità locali e prodotti caratteristici attraverso percorsi di gusto e spettacoli folcloristici nell’area del Western Show e soprattutto nel Villaggio delle Tradizioni, dove trovano espressione la cultura e la tipicità delle regioni presenti, nazionali e internazionali.

Salone del bambino
Numerose iniziative dedicate ai pony, quali Il Battesimo del Pony, per il grande fascino e simpatia che esercitano su i più piccoli. Bambini che possono avvicinarsi al mondo equestre attraverso percorsi di gioco studiati, esibizioni di animatori, fumetti e animazione nel Salone Bambini & Cavalli. Nato nel 2004, per volontà di Veronafiere, la 2ªedizione è stata ampliata di 7 sottosezioni, per sostenere e promuovere la  finalità educativa dell’attività ippica.
 «Amare il cavallo significa amare la natura; chi ama e rispetta il mondo in cui vive, cresce più sicuro di sé e più equilibrato nei rapporti con gli altri» - afferma Luigi Castelletti, presidente di Veronafiere.
Infatti, circa 2000 studenti provenienti da scuole elementari e medie sono attesi come ospiti privilegiati grazie a un’iniziativa, frutto della cooperazione tra Veronafiere, Comune di Verona e Banca Popolare di Verona, intitolata Un Cavallo per  Amico. Sono a loro destinate visite guidate nel quartiere fieristico e numerose attività nel padiglione 7, dove, accanto al Salone Bambini e Cavalli, è presente il 2° Salone dell’Asino. Piccoli e grandi possono muoversi tra i recinti ospitanti ogni tipo di razza e tra i gazebo degli allevatori; usufruire dell’assistenza di tecnici e operatori specializzati per ottenere informazioni sull’onoterapia e venire a contatto con  questi docili e ubbidienti animali.

Appuntamenti sportivi

Non solo spettacolo ma anche tensione agonistica per chi è impegnato negli appuntamenti sportivi . Il programma dei Concorsi Ippici, fattore di attrattiva a livello internazionale,  offre competizioni di alto livello. Dal 2001 si svolge a Verona l’unica tappa italiana di Coppa del Mondo FEI di Salto ad Ostacoli, grazie alla collaborazione con FISE ( Federazione Italiana Sport Equestri), e il Gran Premio delle Regioni under 21, giunto alla 30ªedizione, il 18°Concorso Pony Nazionale e la Coppa delle Regioni Pony.
Alla 107ªedizione Veronafiere e UNIRE insieme per le finali  del Master Cavallo Italiano, nelle quali si sfidano i migliori cavalli italiani di 5, 6, 7 anni, qualificatisi nei Campionati Italiani e per le Finali Salto in Libertà, con esemplari di 3 anni nati ed allevati esclusivamente in Italia. Viene inoltre riproposta la Vetrina del libro genealogico del cavallo da sella italiano, manifestazione che prevede un relativo Campionato, rivolta a stalloni e fattrici con redo (puledro da latte) selezionati dal Libro Genealogico Italiano.
Il calendario delle competizioni si chiude con due particolari eventi: il 20° Concorso Internazionale di Mascalcia, organizzato con la cooperazione del Centro Veterinario Militare di Grosseto e considerato uno dei più importanti concorsi a livello mondiale nell’arte di ferrare i cavalli; il Trofeo Caprilli, definito l’Oscar dell’equitazione istituito da Veronafiere e dall’Associazione Nazionale Istruttori di Equitazione.

Arabi e Spagnoli
Ancora, nel Salone del Cavallo Arabo, si potranno ammirare l’armonia dei movimenti e la finezza delle forme degli esemplari presenti, caratteristiche visibili anche agli occhi del pubblico meno esperto. Numerose le iniziative, come il Campionato Europeo, che mostrano quale straordinaria versatilità e agilità possiedano questi cavalli nell’adattarsi alle varie discipline.
Se il cavallo arabo è sinonimo di nobiltà e leggerezza per la sinuosità della sua figura, quello spagnolo, con la sua possente muscolatura, è simbolo di solenne maestosità. Nel Salone del Cavallo Spagnolo, interamente dedicato alla cultura e al folclore iberici, si potrà assistere, tra la musica e i colori inconfondibili della tradizione, a danza, spettacoli e complesse coreografie. Gli oltre 200 soggetti presenti saranno impegnati nell’esibizione di complicati passaggi e di figure di Dressage. La disciplina, che evidenzia come la loro particolare conformazione fisica sia perfetta per eseguire i repentini cambi di andatura e direzione, ricorda la monta da lavoro, eredità della cultura contadina spagnola. Il prestigio e le virtù del mondo equestre iberico saranno in primo piano durante tutti gli appuntamenti dei giorni di Fieracavalli.

Area commerciale
I dati dell’ultima edizione hanno confermato quanto ampia e qualificata sia l’offerta merceologica: il Salone delle Attrezzature ed Attività Ippiche, uno dei più completi a livello europeo, nei padiglioni 2, 4, 6, 8 che ha visto la partecipazione di 546 espositori, di cui 120 esteri  provenienti da 24 Paesi; le vetrine della Mostra Italialleva e della mostra del Mercato dei Soggetti di Allevamento, in cui hanno sfilato  più di 800 soggetti delle migliori razze.