Cina potenza economica nel 2016

Con una crescita anche per quest'anno superiore all'8 percento, e con le economie rivali in crisi, la Cina si candida a prima economia al mondo già per il 2016.
 
Secondo l'Ocse, infatti, la Cina dovrebbe diventare la prima nazione per PIL a livello mondiale entro i prossimi 3 anni.
 
I grandi investimenti cinesi, soprattutto per quanto concerne le infrastrutture, sono cifre da capogiro, capaci di sole di alimentare il boom cinese: 54 miliardi di euro nel 2012, circa 60 previsti nel 2013 ai quali si aggiungono quelli privati che godono oggi di un alto tasso di ritorno.
 
 
L'Europa si conferma primo partner commerciale per la Cina, soprattutto per quanto riguarda l'aspetto tecnologico, visto che è proprio la Cina uno dei maggiori produttori a livello mondiale di prodotti hi-tech.
 
La vertiginosa crescita Cinese, registra però un cambio di tendenza: terminato il piano quinquiennale nel 2014, la Cina punterà ad una crescita di miglior qualità, puntando su ambiente e qualità della vita.
 
L'attuale crescita ha infatti creato non pochi problemi di inflazione, disuguaglianza di reddito, debiti pubblici e privati che prima o poi dovranno far fronte ad una crescita destinata via via a ridursi a livelli più normali, intorno al 5%.