Curiosity: La missione su Marte parla anche Italiano

Pezzi di Italia a milioni di chilometri, lassù nello spazio.
 
Curiosity, l'eccezionale rover realizzato dalla Nasa e recentemente sbarcato su Marte, porta con se anche un pezzo di Italia.
 
 
Con i suoi 3 metri di lunghezza, 2,7 metri di larghezza e 2.2 metri di altezza e 900 kg di peso, il Rover dispone di una serie di sofisticati sistemi di ricerca ed elaborazione tra i quali un braccio meccanico, una spazzola, macchine fotografiche e analizzatori di diverse tipologie.
 
 
Tra le componenti italiane, troviamo alcuni microchip chiave del sistema di precisione del Rover, realizzati dalla Sitael, società pugliese con 140 dipendenti che ha lavorato ben 5 anni per rendere compatibili alla vita extraterrestre, tecnologie di uso tradizionale. 
 
Di produzione italiana anche il sistema Asic Rems, microchip ultratecnologico in grado di resistere alle radiazioni e temperature estreme di Marte che sarà impiegato per gestire, rilevare ed elaborare i dati provenienti dalla stazione meteorologica di monitoraggio del rover